Buono

Semi di peperoncino - antiche varietà

Pare che il peperoncino venisse utilizzato come condimento e spezia già 8000 anni fa dagli abitanti dell'America Latina. La sua coltivazione, tuttavia, si è sviluppata relativamente tardi; per lungo tempo, infatti, venivano raccolte solo le varietà selvatiche che crescevano spontaneamente, ancora oggi presenti in Brasile ed in Messico.



La maggior parte di questi frutti piccanti appartiene alla specie Capsicum annuum, Capsicum chinense o Capsicum baccatum, ma ve ne sono molte altre. Anche i peperoncini selvatici sono estremamente piccanti, spesso più delle varietà coltivate. Anche i peperoni dolci derivano dallo stesso ceppo originario, ma dopo essere stati coltivati per moltissimi anni la loro piccantezza si è via via persa.

Le specie originali sono spesso chiamate "Tepin Chili". In seguito, è stata creata un'incredibile varietà di specie coltivando la forma selvatica e diffondendo ulteriormente i semi di peperoncino. La variegata tradizione di coltivazione si riflette non solo nei nomi delle diverse varietà, ma anche nelle moltissime descrizioni della loro forma lavorata, classificate a seconda del loro grado di piccantezza, dell'origine, dell'uso o dell'aspetto: peperone, paprika, peperoncino, peperoncino spagnolo, pimiento, peperoncino di Cayenna, paprika speziata, pul beaver, isot, harissa, sambal oelek, tabasco - e molte altri ancora.

I semi di peperoncino hanno bisogno di un po' più di calore rispetto ai semi di altri ortaggi, ma, a parte questo, la coltivazione del peperoncino non è molto difficile. A differenza di molte altre spezie originarie dei paesi tropicali, i peperoncini possono essere coltivati anche in Europa. Inoltre, i peperoncini sono piante d'appartamento molto decorative. Oltre a decorreo il balcone, la terrazza, il giardino o l'appartamento con il loro bell'aspetto, nella maggior parte dei casi producono anche una gran quantità di frutti.

Del buon peperoncino in diverse varietà non può mancare in cucina - i gusti e i gradi di piccantezza sono incredibilmente variegati. Ecco perché vale la pena seminare e coltivare da soli molte varietà.