Semi di piante sciamaniche

Lo sciamanesimo ha un rapporto molto stretto con le piante e le erbe e con la natura in generale e cerca di creare armonia in modo olistico, con corpo, mente e anima tra le persone e l’universo. Ciò avviene con l'aiuto dello sciamano, che è in grado di muoversi tra questo mondo e l'aldilà, di guarire le malattie e di comunicare con gli "spiriti". Le azioni e i rituali sciamanici richiedono spesso speciali erbe curative e piante medicinali. In questa sezione abbiamo raccolto proprio i semi di queste piante.



Articolo 1 - 20 di 38



In molte tradizioni sciamaniche, alcune piante sono considerate sacre e utilizzate per le loro proprietà curative. Queste piante spesso contengono sostanze psicoattive che possono aiutare a entrare in stati alterati di coscienza e avere una connessione più profonda con il mondo spirituale.

Un esempio ben noto di questo tipo di piante è l'ayahuasca, una combinazione di due piante della regione amazzonica. Questa pianta viene utilizzata dagli sciamani per indurre profonde esperienze spirituali e stimolare lo sviluppo spirituale dell'individuo.

L'uso delle piante medicinali nello sciamanesimo non serve solo allo sviluppo spirituale, ma anche alla guarigione fisica ed emotiva. Gli sciamani credono che le malattie abbiano spesso una causa spirituale e possano essere curate attraverso il contatto con il mondo spirituale. Le piante medicinali sono usate come mediatori per chiedere aiuto al mondo spirituale e ottenere la guarigione.

È importante notare che l'uso delle piante medicinali nello sciamanesimo è una tradizione profondamente radicata nella maggior parte delle culture ed è praticato da sciamani con anni di formazione ed esperienza. Non è un approccio da intraprendere con leggerezza o senza un'adeguata preparazione. Richiede una conoscenza approfondita delle piante e dei loro effetti e una guida attenta da parte di sciamani esperti.