Semi di piante carnivore

Le piante carnivore sono davvero molto interessanti. Chi non ha mai provato ad infilare un dito in una Venere acchiappamosche? Le prede che vi rimangono intrappolate, soprattutto formiche e mosche, servono a fornire azoto alla pianta, aiutandola così a sopravvivere in un terreno relativamente povero di sostanze nutritive. Esistono diversi tipi di "trappole", da quelle adesive e quelle a scatto. Charles Darwin fu uno dei primi a documentare le piante carnivore nel 1875. Prima di allora, nessuno immaginava che potessero esistere delle piante che si nutrono di insetti.



Articolo 1 - 1 di 1